N. 1

Gennaio 2007

logoserrasanta.jpg (9762 byte)

Prima pagina Sommario Edizioni

 

accademiadeiromiti.jpg (5916 byte)

 

Perché?

Riccardo Serroni

 

Perché ricomincio? Erano tante e tali le sollecitazioni che, alla fine, l’ho sentito quasi come un dovere morale. A me piace scrivere e lo faccio volentieri (al di là del possibile compenso o meno) quando posso agire in piena libertà e senza condizionamenti di sorta. E lo faccio soprattutto per spirito di servizio, perché ritengo che esistano tante realtà e tante problematiche nel nostro territorio che meritano di essere portate in primo piano per farle conoscere al grande pubblico. Me n’ero andato dall’Eco dopo il ribaltone nel consiglio della Pro Tadino perché ritenevo che non ci fossero più le condizioni per poter operare come avevo sempre fatto.

 

Riprendo ora a dare la mia collaborazione perché ritengo che quelle condizioni, all’interno di questa nuova realtà, si siano ricreate. Se durante il cammino le cose dovessero cambiare (ma non avverrà, ho pochi dubbi) ne prenderei atto ed agirei di conseguenza.

 

Questo primo numero è firmato da me, ma soltanto per un’esigenza tecnica che riguarda i tempi di iscrizione della nuova testata. Essendo io il direttore responsabile di Valsorda, cioè il giornale del Cai che ci ospita momentaneamente, non poteva esserne altrimenti. Ma sottolineo che è solo una coincidenza tecnica temporanea. Il direttore responsabile di questa nuova testata sarà Valerio Anderlini: perché se lo merita per ciò che ha fatto per l’Eco; perché ne ha la capacità; perché ne ha il tempo; perché ne ha la voglia. Io darò il mio contributo come sempre ho fatto nei limiti delle mie capacità e delle possibilità che il tempo mi lascia essendo impegnato su altri fronti (in primis il lavoro di maestro e, poi, le collaborazioni con altre testate alle quali intendo rimanere fedele).

 

Un ringraziamento particolare va ai colleghi del Direttivo della sezione Cai di Gualdo Tadino che, con la disponibilità manifestata verso questa soluzione tecnica e temporanea, ha reso più facile la partenza di questa nuova esperienza che, mi auguro, sia altrettanto apprezzata di quella che abbiamo sospeso appena un anno fa.

 

Prima pagina Sommario Edizioni