N. 1

Gennaio 2007

logoserrasanta.jpg (9762 byte)

Prima pagina Sommario Edizioni

Attualità

accademiadeiromiti.jpg (5916 byte)

 

 

Riprendiamo la penna dopo un anno ...

 

Dopo un anno di silenzio, "quelli dell’Eco", confortati dalle tante manifestazioni di solidarietà ricevute per una vicenda tipicamente gualdese sulla quale ci limitiamo a stendere un velo pietoso, ed accogliendo le sollecitazioni di tanti amici ed estimatori del loro lavoro, hanno deciso di tornare sulla breccia con il mensile Serrasanta, che presentiamo all’opinione pubblica cittadina come una libera tribuna aperta alla collaborazione di tutti.

 

Lo facciamo in "spirito di servizio", ripartendo da zero, con un supplemento alla testata della locale sezione del CAI (alla quale va il nostro ringraziamento), in attesa di registrazione della nuova testata da parte dell’Accademia dei Romiti, all’interno della quale è maturata l’iniziativa.

 

Rifondare un giornale è compito difficile ed oneroso e siamo consapevoli delle difficoltà di ricostruire un rapporto con i lettori e con la rete di abbonati e di inserzionisti, ai quali rivolgiamo l’invito a sostenere il nostro impegno.

 

Il nostro nuovo periodico, che vuol essere particolarmente attento alle peculiarità culturali della nostra storia e delle nostre tradizioni, nasce con l’intento di contribuire al confronto delle idee nella comunità gualdese, privilegiando l’approfondimento delle tematiche di attualità rispetto all’informazione corrente, nella quale saremmo sempre in ritardo nel confronto con i vari organi quotidiani (giornali, radio, TV, internet).

 

Convinti della esigenza di ridar vita nella città ad un organo di informazione locale libero e indipendente, garantiamo entusiasmo ed impegno disinteressato, dichiarandoci aperti al contributo ed alla collaborazione da parte di tutti coloro che vorranno partecipare a questa iniziativa con analogo spirito.

 

L’uscita di questo primo numero, in occasione della festività del Beato Angelo, Patrono della città, ci induce a porre questa iniziativa culturale civica sotto la Sua protezione, con l’impegno di assolvere al compito che ci siamo prefissi con la massima onestà intellettuale.

 

Valerio Anderlini

 

Prima pagina Sommario Edizioni