logoserrasanta.jpg (9762 byte)

N. 4 - Aprile 2008

Accademia dei Romiti

Prima pagina

Edizioni

Sommario


Una nuova era per i rifiuti

Intervista con Marcello Guidubaldi, presidente dell'ESA

 

di Alessandra Artedia


D. Ci parli dell’ESA e della raccolta differenziata nel centro storico ...

 

R. L’ESA, sigla che sta per ECO Servizi Appennino, è un ente completamente pubblico che copre coi suoi servizi il Comune di Gualdo Tadino e parte di Fossato di Vico. Il fatto che l’ESA sia ente pubblico è un vantaggio, infatti non si prevedono utili di impresa. L’operazione di raccolta differenziata porta a porta interessa la zona lato nord della Flaminia, coinvolge 3500 persone, 1401 famiglie e 60 attività commerciali.

 

D. Come avviene la raccolta differenziata dei rifiuti?

 

R. I rifiuti differenziati sono raccolti ogni giorno; per ogni tipo un giorno prestabilito. La frazione di organico viene raccolta ogni giorno per evitare cattivi odori. Sono fiero che il comune di Gualdo Tadino è uno dei pochi in Umbria che effettua la raccolta della frazione organica ogni giorno.

 

D. Come siete riusciti a far partire questa iniziativa e come riuscite ogni giorno a convincere i cittadini coinvolti a fare raccolta differenziata?

 

R. Per riuscire in questa iniziativa è necessaria una grande determinazione soprattutto ove, come nelle nostre zone, non è ancora radicata la cultura della raccolta differenziata. Mi sento di ringraziare in modo particolare tutti gli operatori, i quali, ogni giorno, con grande convinzione svolgono il loro lavoro. Fondamentale e necessaria è la collaborazione dei cittadini, degli enti e delle Pro-loco, anche se bisogna fare di più, ad esempio attraverso l’emanazione di un disciplinare, vale a dire di una serie di regole da seguire per poter differenziare bene i rifiuti. In particolare, per quanto riguarda le Pro-loco, ci stiamo muovendo anche attraverso sponsor o forme di aiuto economico per promuovere una corretta raccolta differenziata in occasione di feste e Sagre e l’utilizzo di stoviglie monouso biodegradabili, fornendo quindi anche contributi per l’acquisto di questo tipo di materiale, notoriamente più costoso, ma amico dell’ambiente.

 

D. In futuro, potete prevedere vantaggi per i cittadini che faranno raccolta differenziata? E quali vantaggi ci saranno in generale?

 

R. Sicuramente ci saranno vantaggi per tutti, non solo economici. I cittadini si sentiranno protagonisti nella creazione di un ambiente più pulito grazie alla loro collaborazione, al loro coinvolgimento in prima persona, rendendosi così protagonisti di civiltà. Per quanto riguarda i vantaggi economici propongo subito un esempio concreto: il Comune di Gualdo Tadino, è uno di quei pochi che ha un’azienda per i rifiuti e di conseguenza può stabilire la tariffa della nettezza urbana che è determinata solo dal costo del servizio, perché, come azienda pubblica, non prevede utile d’impresa. E quindi in concreto: per lo smaltimento di una tonnellata di RSU non differenziata si ha un costo di € 80 presso GESENU, mentre una tonnellata di rifiuti differenziati o non ha alcun costo o viene remunerata da CONAI. In futuro, se i cittadini continueranno a collaborare praticando più attivamente la raccolta differenziata e praticaondola correttamente, i benefici non si faranno attendere e saranno possibili anche agevolazioni tariffarie sulla bolletta della nettezza urbana. Un dato non trascurabile: dopo l’inizio della differenziata si è già verificato un sensibile calo dell’RSU prodotto pro capite dall’inizio dell’anno.

 

D. Come pensate di promuovere e far ingrandire la raccolta differenziata in città?

 

R. Sicuramente attraverso l’informazione. Stiamo promuovendo un’ informazione nelle scuole, nelle Pro-loco, nelle associazioni, nei centri di aggregazione, iniziative di sensibilizzazione attraverso la stampa, ma soprattutto offrendo servizi, costruendo in collaborazione con il comune isole ecologiche ove siano previsti contenitori per tutti i tipi di raccolta differenziata, isole ecologiche ben fatte per ogni singolo condominio e frazione che non debbano sembrare discariche metropolitane a cielo aperto. La raccolta oggi viene effettuata porta a porta davanti alle abitazioni e davanti a tutti i negozi. Dinanzi ai supermercati è posta invece un’isola ecologica.

 

D. Qualche consiglio ai cittadini per una corretta raccolta differenziata ...

 

R. La qualità della raccolta differenziata è molto importante. È importante separare bene i rifiuti, perché vengono remunerati in base alla loro purezza. (carta, cartone,vetro).Ad esempio, nella raccolta di carta e cartone non devono essere presenti parti plastificate come pellicole che inquinano la purezza della partita di rifiuti. Analogo discorso per il vetro, nel quale non devono essere presenti parti metalliche, tappi che andrebbero gettati nell’apposito contenitore. Questo per evitare che una partita di differenziata sia trasformata in indifferenziata perché non pura, annullando gli sforzi e gli impegni di chi differenzia.

 

D. E i rifiuti ingombranti?

 

R. ESA mette a disposizione un numero di telefono da contattare per il ritiro gratuito dei rifiuti ingombranti su appuntamento, a seconda delle esigenze dell’interessato. Ci tengo a sottolineare che il servizio è completamente gratuito.

 

D. Quali sono le prospettive ESA per il futuro?

 

R. Il nostro obiettivo è di ampliare le aree di raccolta differenziata porta a porta anche nei territorio di San Rocco, Caselle, Cerqueto, Biancospino e di compiere un servizio sempre più efficace in modo da raggiungere nei prossimi anni una percentuale del 60% di rifiuti differenziati. Inoltre, il nostro scopo è di riuscire a coprire coi nostri servizi l’intero territorio del Comune.

 

Siamo consci di essere partiti in ritardo rispetto ad altre città d’Italia e in grave ritardo rispetto all’Europa, in particolare ai Paesi del Nord, ma ci stiamo impegnando molto cercando di recuperare il tempo perduto, perché siamo certi, e anche i cittadini se ne convinceranno sempre di più, che fare un servizio di questo tipo all’ambiente è senza dubbio fare un servizio per tutti rendendo il cittadino protagonista di rispetto e di civiltà, non solo nei confronti dell’ambiente, ma anche e soprattutto verso se stesso.

Ecologia

Accademia dei Romiti

Prima pagina

Edizioni

Sommario

montecamera5.jpg (12241 byte)

allegracombriccola_logo.gif (4713 byte)

ning.jpg (16944 byte)

 

 

 

 

 

Per inserzioni o scambi link si contatti la redazione